1970 - Geometra Mario Vassallo

Vai ai contenuti
"Sul sentiero dei ricordi"
Mario Vassallo


CLICCA L'IMMAGINE SOPRAPER TORNARE INDICE CAPITOLI


Le tre fotografie sotto riportano una ricostruzione fotografica della situazione territoriale di Andora nei primi anni '70.


ANDORA NEL 1970


Esaminando la varia documentazione reperita, mi sono imbattuto in una relazione legata ad una pianificazione urbanistica datata nell'anno 1970 (mio anno di nascita), che risulta essere una sintetica ed esauriente istantanea dell'epoca e la riporto testualmente.

"Il territorio del Comune di Andora ha una superficie di 3161 ettari, escluso l’alveo del torrente Merula che copre una superficie di circa 500 ettari.
Le colline di Levante si profilano in vari compluvi: Patelle, Croso, Damaso, Mezzacqua che sfociano a mare; Castello, San Rocco, Bauso, Negri, Metta, Vallon d’Arme, Divizi, Bossaneto, che sfociano nel torrente Merula.
Le colline di Ponente sono solcate dai rii delle Armi, Ratto, Vignette che sfociano a mare; dai rii Binello, Caravello, Bevuo, San Giovanni, Acqua Connetta, Duomo, Moltedo, Carmo, Val di Crova, che sfociano nel Merula.
Dai dati del catasto terreni si rilevano che dei 3161 ettari del territorio comunale, circa 800 sono a uliveti, frutteti, culture semi-intensive e intensive e circa 2200 a bosco e pascolo cespugliato.
Il commercio al dettaglio con 50 negozi di generi alimentari e 85 di generi vari, ed in particolar modo il turismo, con una ricettività attuale di 2627 posti letto, 8 campeggi con circa 800 posti tenda e 6 colonie marine.
La sede comunale è ubicata in un edificio in affitto, inadeguato, in località San Pietro, lontana dal maggiore concentrico abitato.
Alla Marina funziona un recapito comunale.

Le scuole:
a) materne: sono quattro, una comunale a San Pietro e tre private alla Marina, a Conna e a Colla Micheri;
b) elementari: in località San Pietro sorgono due edifici di nuovo impianto, uno in borgata Molino con cinque aule ed uno in borgata San Bartolomeo con una uniclasse; in località Conna funziona una uniclasse in un locale in affitto ed alla Marina nove classi con una popolazione scolastica di oltre 200 alunni ubicate in locali in affitto;
c) media: con due sezioni alla Marina in un locale provvisorio. E’ stato di recente approvato il progetto per un nuovo edificio scolastico, già parzialmente finanziato dallo Stato, che sorgerà alla Marina in via Vaghi angolo via Cavour, su terreno di proprietà comunale.

La Civica Biblioteca, istituita nel 1961, funziona alla Marina in un locale provvisorio.
Culto: sono aperte al culto sei chiese parrocchiali, le chiese del Seminario Santa Matilde e della Sacra Famiglia, e vari oratori.
Servizio sanitario: un ambulatorio presso il medico condotto – ufficiale sanitario; un ambulatorio O.N.M.I.; una sezione A.V.I.S.; una farmacia; uno studio dentistico ed uno studio medico privato; istituti religiosi di assistenza (collegio della Sacra Famiglia per minori subnormali e casa di riposo delle Suore Sant’Eusebio).

Attrezzature turistico – balneari e diportive:
a) è in fase di avanzata costruzione, alle falde di Capo Mele, un porto turistico di quarta classe con uno specchio acqueo di circa mq 45.000 ed un complesso di banchine per una superficie complessiva di mq 25.000 circa;
b) alcuni tratti di passeggiata a mare con verde attrezzato per un totale di circa mq 5.000;
c) stabilimenti balneari privati e spiaggia comunale;
d) a Molino Nuovo (San Pietro) un campo comunale per il giuoco del calcio, con una superficie attuale di circa 4.500 mq; a San Giovanni un campo di calcio parrocchiale di circa 3.000 mq; a San Bartolomeo uno sferisterio regolamentare;
la squadra andorese "Don Dagnino" si è laureata campione d’Italia negli anni 1966, 1967 e 1968 per il gioco del pallone elastico;
squadre locali per il giuoco del calcio sono presenti nelle competizioni dilettantistiche della provincia;
e) vari campi per il giuoco delle bocce, due campi di tennis, una pista parrocchiale per il pattinaggio;
f) il Club Nautico di Andora promuove lo sport nautico e la pesca;
g) la Pro Loco, con sede presso il recapito comunale della Marina, coordina le attività turistiche promuovendo altresì concerti nella chiesa di Castello e varie manifestazioni estive. Di recente è stato emesso il D.M. che riconosce il territorio comunale stazione di soggiorno e cura, ed è in fase di organizzativa la corrispondente azienda;
h) una sala cinematografica con 400 posti ed un cinema estivo aperto di uguale capienza.

Cimiteri: sono cinque: a San Giovanni di mq 2200 circa, a Rollo di mq 300 circa, a Conna di mq 700, a San Pietro di mq 500 e a San Bartolomeo di mq 700.

Ferrovia:
la linea ferroviaria Sampierdarena – confine francese attraversa il territorio comunale per Km 4,250 di cui un chilometro in galleria, con due passaggi a livello, a San Giovanni sulla Provinciale n° 13 e alla Pigna sulla strada comunale denominata via A. Fontana;
la stazione ferroviaria è in località Marina, via A. Carminati fronteggiante la via L. Vaghi;
con il raddoppio della linea ferroviaria è previsto lo spostamento a monte del tratto ovest del tracciato ferroviario, a partire dall’attuale passaggio a livello di San Giovanni, con percorso in galleria;
verrà così a spostarsi anche la stazione ferroviaria, che sarà insediata nei pressi dell’attuale passaggio a livello.

Viabilità:
la strada statale n° 1 Aurelia attraversa il territorio comunale per Km 3,2 lungo la costa, dei quali Km 1,5 classificati traversa comunale;
l’autostrada dei Fiori in costruzione, incide sul territorio comunale per Km 8 circa di cui Km 2,5 in galleria; il casello di svincolo nei pressi di Castello servirà anche i Comuni di Laigueglia e Alassio lato Ponente;
la strada provinciale n° 13 Andora – Testico percorre il territorio comunale per 8 Km;
le strade comunali e vicinali di uso pubblico hanno uno sviluppo di circa 50 Km dei quali circa la metà con manto asfaltico."



CLICCA L'IMMAGINE SOPRAPER TORNARE INDICE CAPITOLI

Torna ai contenuti